de fr it

JosephMengaud

ca. 1750 Belfort, dopo il 1804 in Francia. Durante la Rivoluzione franc. fu attivo quale agente franc. in Olanda. Nell'ottobre del 1797 ottenne il permesso di far uscire dalla Svizzera l'inviato inglese William Wickham. Dal 25.12.1797 al 12.6.1798 fu incaricato d'affari della Repubblica franc. in Svizzera, dove preparò la Rivoluzione sul piano diplomatico. In occasione dell'ultima Dieta fed. ad Aarau, nel gennaio del 1798 sostenne i patrioti contro Berna. Fallito il suo piano di una rivoluzione non violenta, dopo la vittoria delle truppe franc. su quelle bernesi i suoi principali incarichi furono affidati a François-Philibert Le Carlier e Jean-Jacques Rapinat. Quando questi ultimi avviarono la confisca dei beni in Svizzera, M. ne prese le distanze. Abbandonato dal Direttorio, lasciò la Svizzera nel 1798; in seguito soggiornò a Parigi e fu commissario di polizia a Calais (1801-04).

Riferimenti bibliografici

  • E. Dunant, Les Relations diplomatiques de la France et de la République Helvétique: 1798-1803, 1901
  • H. Barth, «Mengaud und die Revolutionierung der Schweiz», in Basler Jahrbuch, 1900, 136-200
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1750 ✝︎ dopo il 1804

Suggerimento di citazione

Schluchter, André: "Mengaud, Joseph", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.10.2007(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028556/2007-10-15/, consultato il 26.11.2020.