de fr it

PeterBion

18.10.1684 Heidelberg, 1.12.1735 San Gallo, rif., dal 1717 di San Gallo, di fam. probabilmente ugonotta. Figlio di Salomon, responsabile del deposito palatino delle merci di importazione ad Heidelberg, e di Elisabetha Noot, figlia di Peter, avvocato, commerciante e scoltetto. (1707) Barbara Steinmann, figlia di Eusebius, tintore. Dopo avere aperto un negozio in cui vendeva soprattutto filati di importazione, B. introdusse nel 1721 per primo a San Gallo la tessitura del fustagno e la lavorazione del cotone, dando nuovi impulsi all'economia cittadina, fino allora dominata dall'industria dei tessuti di lino. Con l'adozione del Verlagssystem e la concentrazione nelle proprie mani dell'intero processo di produzione (rifornimento della materia prima, filatura, tessitura e commercializzazione del prodotto), B. infranse numerose leggi corporative, in particolare quella relativa alla divisione fra produzione e commercio. Benché egli stesso fosse membro della corporazione dei sarti e poi dei tessitori, riuscì a eludere l'assoggettamento dell'industria del cotone al rigoroso regolamento corporativo che vincolava il commercio dei tessuti. Dopo la morte di B., che era divenuto un grosso mercante, la ditta fu rilevata da Peter Gonzenbach (dal 1737 Gonzenbach & Schlumpf). Con le sue attività culminate nel commercio all'ingrosso, B. segnò una svolta nella storia economica di San Gallo e della Svizzera nordorientale. L'introduzione della lavorazione del fustagno creò le basi per lo sviluppo su scala regionale dell'industria del cotone e più tardi del ricamo, che soppiantò quella dei tessuti, in declino nel XVIII sec., rafforzando considerevolmente il sistema di produzione protoindustriale e affrancato dal regime corporativo.

Riferimenti bibliografici

  • H. Wartmann, Industrie und Handel des Kantons St. Gallen auf Ende 1866, 1875, 87-91
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.10.1684 ✝︎ 1.12.1735
Classificazione
Economia e mestieri