de fr it

EvangelistaZanino

ca. 1530 Locarno, 1603 Zurigo, rif., dal 1567 di Zurigo. Intraprendente e innovativo, analogamente ad altri esuli locarnesi, fu dapprima attivo nel commercio di importazione ed esportazione tra Zurigo e l'Italia del nord. Fu l'unico a entrare nella produzione, nonostante le limitazioni poste dalle corporazioni, con una tessitura del velluto (1558) e la fabbricazione di bambagia di Milano (1565) e divenne membro della corporazione dello Zafferano. La produzione di bambagia, per cui aveva ottenuto un prestito dal Consiglio di Zurigo, avveniva in una tintoria di sua proprietà con lavoratori provenienti dall'Italia del nord. La sua impresa, che combinava manifattura centralizzata e lavorazione a domicilio (Verlagssystem), fu la prima grande azienda nella Svizzera ted. Fallì per mancanza di capitale e speculazioni.

Riferimenti bibliografici

  • U. Pfister, Die Zürcher Fabriques, 1992, spec. 39 sg.
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1530 ✝︎ 1603
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

Lassner, Martin: "Zanino, Evangelista", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.05.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028581/2012-05-21/, consultato il 24.10.2020.