de fr it

Jean-AntoineLullin

3.3.1627 Ginevra, 23.3.1708 Ginevra, rif., di Ginevra. Figlio di Pierre, uditore e syndic, e di Marguerite de Normandie. Fratello di Jean (->). Françoise Grenus, figlia di François, commerciante all'ingrosso e banchiere. Fu uditore (1662), Consigliere (1680) e quattro volte syndic (1688-1700). Dal 1683 acquistò diverse signorie nella campagna ginevrina, tra cui quelle di Châteauvieux e Confignon. Con l'aiuto dei figli iniziò a impiegare degli artigiani nel ramo della seta e della doratura, dedicandosi nel contempo a operazioni di cambio e al commercio di esportazione (grano, metalli e sale). Le sue attività bancarie intern. prevalsero sulla produzione e il commercio, permettendogli di figurare, nel 1690, assieme ai suoi due figli maggiori, Michel e Ami, fra i principali contribuenti della città. Alla morte di L., il suo cospicuo patrimonio consentì di costituire numerosi legati a favore delle casse di carità e della Chiesa. Nonostante la bancarotta della soc. dei figli (Lullin & Marcet) durante la crisi bancaria del 1709, uno dei suoi lasciti permise di costruire il Temple de la Fusterie (1713-15).

Riferimenti bibliografici

  • A. Choisy, Généalogies genevoises, 1947, 238 sg.
  • H. Lüthy, La banque protestante en France, 1, 1959
  • A.-M. Piuz, «A la fin du XVIIe siècle: les plus riches des Genevois», in A Genève et autour de Genève aux XVIIe et XVIIIe siècle, 1985, 206-218
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 3.3.1627 ✝︎ 23.3.1708
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

Mottu-Weber, Liliane: "Lullin, Jean-Antoine", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 28.08.2006(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028602/2006-08-28/, consultato il 13.06.2021.