de fr it

MarcosPérez

1527 Anversa, 1572 Basilea, dal 1568 di Basilea. Figlio di Luis, mercante di origine sefardita, e di Luisa de Segura. (1555) Ursula López de Villanova. Fu attivo come commerciante all'ingrosso e banchiere. Dopo la sua conversione dal cattolicesimo al calvinismo nel 1560 ca., presiedette il concistoro calvinista di Anversa. Nel 1567 fuggì per motivi religiosi a Basilea. Il suo nuovo domicilio divenne il centro di coordinamento della lotta contro le truppe spagnole nei Paesi Bassi. Nel 1569 progettò di creare a Basilea un grande setificio per impiegare i rifugiati per fede, ma la condizione che pose, di poter istituire un ministero calvinista per costoro, non venne accettata dalle autorità.

Riferimenti bibliografici

  • C. Gilly, Spanien und der Basler Buchdruck bis 1600, 1985
  • A. R. Weber-Oeri, Ein reicher Refugiant im "Engelhof": M. Pérez, ms., 1999 (presso StABS)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1527 ✝︎ 1572
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

Hess, Stefan: "Pérez, Marcos", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 30.12.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028604/2008-12-30/, consultato il 26.02.2021.