de fr it

Natifs

Il termine natifs designava gli uomini nati a Ginevra da padri che possedevano lo statuto di Habitants o quello di natifs. Questa categoria di cittadini apparve nel primo terzo del XVII sec., in un'epoca in cui l'accesso alla cittadinanza ginevrina fu chiuso. Dalla seconda metà del XVIII sec. i natifs costituirono un gruppo sociale dinamico che, pur rappresentando il 46% della pop. di Ginevra nel 1781, era privo dei diritti politici e dei privilegi economici, riservati ai cittadini. Le rivendicazioni dei natifs, che chiedevano una migliore posizione economica, fiscale, professionale e politica, furono pienamente realizzate solo con la rivoluzione ginevrina del 12.12.1792 (Rivoluzioni ginevrine).

Riferimenti bibliografici

  • P. Guichonnet (a cura di), Histoire de Genève, 1974, 242-244