de fr it

Storia quantitativa

In forma descrittiva, la storiografia (Storia) ha sempre fatto ricorso a cifre e misurazioni. La storia quantitativa si spinge però oltre, poiché in essa i metodi e le analisi statistiche (Statistica) assumono un ruolo cruciale nella ricostruzione storica. Questo approccio permette di verificare le ipotesi relative a processi ed effetti storici e si affianca alla comprensione intuitiva fornendo una nuova dimensione di analisi. Malgrado la storia quantitativa non si esaurisca nell'uso del computer, l'elaborazione elettronica dei dati favorisce notevolmente gli studi di questo tipo. I programmi statistici e grafici come pure le banche dati sono strumenti classici per illustrare i risultati ottenuti.

In Svizzera i primi progetti, relativamente modesti, furono lanciati nella seconda metà degli anni 1960-70 nell'ambito della storia delle strutture (Storia economica, Storia sociale). In ca. la metà dei casi vennero impiegati computer (Informatizzazione). Per l'immagazzinamento dei dati ci si serviva di nastri magnetici, per la programmazione di schede perforate. Tra i primi studi di storia quantitativa in Svizzera figurano la tesi di dottorato di Silvio Bucher sulla struttura demografica ed economica del baliaggio dell'Entlebuch nel XVIII sec. (Bevölkerung und Wirtschaft des Amtes Entlebuch im 18. Jahrhundert, 1974) e lo studio di Erich Gruner sulle elezioni al Consiglio nazionale (Die Wahlen in den schweizerischen Nationalrat 1848-1919, 1978). Con l'avvento del personal computer e di programmi quali dBase, SPSS ed Excel, attorno alla metà degli anni 1980-90 l'interesse per i metodi quantitativi si estese a cerchie più vaste. Da raccolte di dati circoscritte utilizzabili solo per temi specifici si passò a banche dati sistematiche e pubblicamente consultabili, che possono essere sfruttate per un'ampia gamma di ricerche (ad esempio banca dati Euro-ClimHist, fondata da Christian Pfister, con oltre 100'000 record sulla storia del clima).

Da sempre i metodi quantitativi trovano impiego soprattutto nella storia demografica, economica e sociale. L'Ass. storia e informatica fondata nel 1989, affiliata sviz. dell'Association for History and Computing, costituisce una piattaforma per gli storici attivi in progetti interdisciplinari.

Riferimenti bibliografici

  • AA. VV., Quantitative Methoden in der Geschichtswissenschaft, 1985
  • Geschichte und Informatik, 1-, 1990-
  • U. Dietrich, Datenbanken in der Geschichtswissenschaft am Beispiel von Euro-ClimHist, mem. lic. Berna, 2000