de fr it

Bibliothèque italique

Frontespizio del primo fascicolo della Bibliothèque italique pubblicato nel 1728 (Bibliothèque de Genève).
Frontespizio del primo fascicolo della Bibliothèque italique pubblicato nel 1728 (Bibliothèque de Genève).

Patrocinata dai losannesi Charles Guillaume Loys de Bochat, Abraham Ruchat e Gabriel de Seigneux, stampata dal 1728 al 1734 a Ginevra da Marc-Michel Bousquet, questa rivista quadrimestrale nacque grazie all'iniziativa di un gruppo di eruditi ugonotti rifugiati in Svizzera: Louis Bourguet (vero e proprio tuttofare del periodico), Firmin Abauzit e Jean Caze, cui si aggiunsero i letterati ginevrini Jean-Louis Calandrini e Jacob Vernet. La rivista, dedicata all'ambasciatore di Spagna a Torino, si proponeva di far conoscere ai lettori europei le principali opere scientifiche e culturali it. Tra le varie discipline presentate figuravano in primo piano l'epigrafia romana, l'etruscologia, il diritto canonico, la teol., l'astronomia e la mineralogia; gli autori maggiormente studiati erano Ludovico Antonio Muratori, Gian Vincenzo Gravina, Antonio Vallisnieri, Scipione Maffei e Pietro Giannone.

Riferimenti bibliografici

  • F. B. Crucitti Ullrich, La "Bibliothèque italique", 1974
  • Dictionnaire des journaux 1600-1789, 1991, 191 sg.
Link

Suggerimento di citazione

Jean-Daniel Candaux: "Bibliothèque italique", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 23.10.2002(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028707/2002-10-23/, consultato il 05.03.2024.