de fr it

Intendente dell'arsenale

L'intendente dell'arsenale (ted. Zeugherr) era l'ufficiale pubblico cui competeva la vigilanza sugli Arsenali, sul loro contenuto (munizioni e armi pesanti), sul personale (custodi), sugli armaioli e sulla regalia della polvere da sparo. Inizialmente esercitata dal preposto alle costruzioni, la carica si differenziò nel XVII sec. a seguito dello sviluppo dell'artiglieria. Presente sia nei cant. aristocratici sia nei cant. rurali, a dipendenza delle dimensioni del territorio il titolare poteva essere assistito da intendenti subalterni. Generalmente eletto a vita, l'ufficiale faceva parte del Gran Consiglio e spesso anche del governo (Piccolo Consiglio); in caso di conflitto faceva parte del Consiglio di guerra o comandava l'artiglieria, ma era esonerato dall'attiva. Nella seconda metà del XIX sec. la carica conservò unicamente le competenze amministrative; quelle politiche passarono al membro del governo responsabile degli affari militari, che nel caso di Appenzello Interno conservò fino al 1996 il titolo di Zeugherr.

Riferimenti bibliografici

  • J. J. Blumer, Staats- und Rechtsgeschichte der schweizerischen Demokratien oder der Kantone Uri, Schwyz, Unterwalden, Glarus, Zug und Appenzell, 2/I, 1858
  • Idiotikon, 2, 1549 sg.
  • P. Steiner, «Die Gemeinden, Räte und Gerichte im Nidwalden des 18. Jahrhunderts», in BGN, 43, 1986, 128-130