de fr it

RuthDreifuss

La prima presidente della Confederazione nel 1999. Fotografia di Roland Schlaefli (Museo nazionale svizzero, Actualités suisses Lausanne).
La prima presidente della Confederazione nel 1999. Fotografia di Roland Schlaefli (Museo nazionale svizzero, Actualités suisses Lausanne).

9.1.1940 San Gallo, isr., di Endingen. Figlia di Sidney, commerciante, e di Jeanne Bicard. Nubile. Ha frequentato le scuole a Ginevra. Dopo aver ottenuto il diploma commerciale (1958), ha lavorato come segr. d'albergo nel Ticino (1958-59) e come redattrice di Coop, rivista dell'Unione sviz. delle cooperative di consumo, con sede a Basilea (1961-64). Nel 1965 è entrata nel partito socialista. Assistente di ricerca al centro psicosociale di Ginevra (1965-68), nel 1970 ha conseguito la licenza in scienze economiche. È stata assistente di contabilità nazionale presso la facoltà di scienze economiche e sociali dell'Univ. di Ginevra (1970-72) e aggiunto scientifico (1972-81) per la Direzione della cooperazione allo sviluppo e dell'aiuto umanitario del DFAE. È stata anche segr. dell'Unione sindacale sviz. (1981-93), dove si è occupata soprattutto di assicurazioni sociali e della questione femminile, oltre che delle relazioni con l'Org. intern. del lavoro. Ha fatto anche parte del consiglio com. di Berna (1989-92).

Il 10.3.1993 D. è stata eletta Consigliera fed. Una settimana prima, il socialista Francis Matthey di Neuchâtel aveva battuto la candidata ufficiale del partito socialista, Christiane Brunner, ma dietro le pressioni del partito aveva rinunciato all'incarico. L'elezione di D. è stata possibile solo grazie a un tempestivo trasferimento dei suoi documenti da Berna a Ginevra. La discussione politica seguita a questa elezione ha portato nel 1999 all'abolizione della clausola cant. per i Consiglieri fed.

A capo del Dip. fed. dell'interno, D. ha seguito l'introduzione della legge fed. sull'assicurazione malattie (LAMal) del 1994, la decima revisione dell'AVS (1994), il dossier di ricerca nell'ambito degli accordi bilaterali Svizzera-UE del 1999 e l'introduzione dell'assicurazione maternità - rifiutata ancora una volta dalla pop. nello stesso anno -, oltre ai lavori preparatori per l'undicesima revisione dell'AVS. D. è stata la prima donna socialista e la prima persona di origine ebraica a entrare nel governo. Nel 1999 è diventata il primo pres. donna della Conf. Ha rassegnato le dimissioni da Consigliera fed. alla fine del 2002.

Riferimenti bibliografici

  • Sind wir auf dem richtigen Weg?, 1994
  • Altermatt, Consiglieri federali, 625
  • C. Duttweiler, Adieu Monsieur, 1993
  • I. M. Fischli, Dreifuss ist unser Name, 2002
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 9.1.1940