de fr it

Vulpera

Frazione dell'ex comune di Tarasp (GR), integrato nel 2015 nel comune di Scuol. Centro alberghiero e termale con diverse sorgenti minerali. Il piccolo insediamento contadino, sorto da una curtis medievale, faceva parte della signoria di Tarasp, dominio austriaco dal 1464 al 1803. La cappella catt. di S. Giovanni Battista risale al 1826. Con lo sfruttamento delle acque minerali, iniziato attorno alla metà del XIX sec., sorsero diverse locande. Dal 1880 Caspar e Duri Pinösch cominciarono ad acquistare terreni per costruirvi grandi alberghi (il Waldhaus nel 1896-97, bruciato nel 1989; lo Schweizerhof nel 1898-1900, ampliato nel 1912-13; il Villa Engiadina nel 1902). Dopo un periodo fiorente durato fino alla prima guerra mondiale, V. riuscì a riprendersi solo a fatica dalla crisi che seguì. Nel 1923 fu realizzato un campo da golf, nel 1930 una piscina all'aperto. Dal 1980 si sviluppò il settore paralberghiero; i vecchi alberghi si orientarono sempre più alla stagione invernale. Nel 2010 è stato ultimato il viadotto che collega V. a Scuol.

Riferimenti bibliografici

  • J. T. Stecher, Die Mineralquellen von Tarasp, 19902
Link
Altri link
e-LIR