de fr it

HansZopfi

29.3.1891 Glarona, 18.4.1964 Braunwald (oggi com. Glarona Sud), rif., di Schwanden (oggi com. Glarona Sud). Figlio di Johann, direttore di scuola, e di Maria Adele Aeschlimann. Celibe. Dopo le scuole a Glarona e Thun e il liceo a Berna, intraprese studi, non conclusi, di diritto, diritto pubblico e storia alle Univ. di Berna e Berlino (1908-12). Fu redattore di diverse testate locali nei cant. di Berna, Turgovia e Zurigo (1912-24). Agricoltore nella Svizzera franc. (1925-27), lavorò al contempo come giornalista indipendente (fino al 1930). Fu redattore del foglio Echo vom Zürichberg (1931-40), segr. dell'Unione sciaffusana dei contadini e redattore del suo organo Schaffhauser Bauer (1940-42), esperto agricolo della sezione del controllo dei prezzi a Montreux (1943-45), redattore del giornale Neue Politik (1946-48) e pubblicista indipendente (dal 1949). Attivo nella Lega popolare per l'indipendenza della Svizzera quale redattore e segr., negli anni 1930-40 simpatizzò per il frontismo. Nel 1940 portò il partito agrario sciaffusano a rompere l'alleanza con il partito socialista operaio, imprimendogli una svolta a destra, ma nel 1941 le conseguenze del processo contro i filonazisti (Anpasser-Prozess) lo fecero cadere in disgrazia. Fu autore di pubblicazioni sulla storia agraria sviz.

Riferimenti bibliografici

  • Anekdoten und Erinnerungen, 2 voll., 1952-1954
  • E. Joos, Parteien und Presse im Kanton Schaffhausen, 1975, 310-323
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 29.3.1891 ✝︎ 18.4.1964

Suggerimento di citazione

Wipf, Matthias: "Zopfi, Hans", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028741/2014-02-24/, consultato il 04.12.2020.