de fr it

Lochmatter

Antica famiglia della valle di Visp rispettivamente della valle di Sankt Niklaus (Mattertal), il cui nome deriva probabilmente dalla frazione di Lochmatten, presso Sankt Niklaus (VS). Un suo ramo è menzionato nel 1443 a Evolène, dove è tuttora presente, un altro a Sierre (1500 ca.). Nel 1505 Anton Lochmatter acquisì la cittadinanza di Visp, dove ricoprì alte cariche politiche (castellano di Visp nel 1513 e 1526) grazie al fatto di essersi schierato con il cardinale Matthäus Schiner. Theodul Lochmatter, suo discendente, nel XVII secolo divenne capitano della decania di Visp. Il ramo di Visp si estinse nel XIX secolo, mentre i Lochmatter di Sankt Niklaus acquisirono importanza nella metà del secolo grazie allo sviluppo del turismo e dell'alpinismo. I fratelli Josef-Marie (1833-1882), Franz Josef (1825-1897) e Alexander Lochmatter (1837-1917) furono pionieri nell'ambito delle guide alpine. Franz Josef Lochmatter, primo scalatore del Lyskamm nel 1861, si trasferì a Macugnaga, dove aprì l'albergo Monte Rosa; Alexander Lochmatter, guida dell'alpinista inglese Edward Whymper, fondò la pensione Lochmatter a Sankt Niklaus e Josef-Marie Lochmatter fu il capostipite di una delle più note dinastie di guide di Sankt Niklaus. Accanto a numerose scalate del Cervino (fra cui nel 1868 la seconda arrampicata sulla via dell'Hörnligrat dopo la sciagura occorsa durante la prima ascensione nel 1865), Josef-Marie Lochmatter consolidò la propria fama aprendo molte vie in Vallese, a Chamonix e nel Delfinato. Costruì inoltre la prima capanna sul Cervino. Morì il 12 agosto 1882 sulla Dent Blanche insieme al figlio maggiore Alexander Lochmatter (1863), lasciando cinque figli minorenni, tutti divenuti ottime guide alpine: Josef Lochmatter (1872-1915) compì prime ascensioni nelle Alpi e anche nelle Ande (Aconcagua e Tupungato nella spedizione di Edward Fitzgerald, a cui partecipò anche Matthias Zurbriggen); Rudolf Lochmatter (1874-1923) fu la guida di Geoffrey Winthrop Young; Raphael Lochmatter (1876-1960) guidò prime ascensioni nelle Alpi e organizzò una spedizione nel Caucaso; Franz Lochmatter (1878-1933) diresse quattro spedizioni nell'Himalaya e Gabriel Lochmatter (1881-1958) compì diverse prime ascensioni assieme a Valentine J.E. Ryan. La tradizione famigliare fu proseguita dalle guide alpine della terza generazione Erwin Lochmatter (1911-1987), figlio di Josef, dall'omonimo figlio di Franz Lochmatter (1924-1988), e da Xaver (1901-1993), Emil (1905-1931), Hermann (1907-2000) e Arthur Lochmatter (1917-1998), figli di Rudolf. Degli esponenti della quarta generazione solo Thomas Lochmatter (1961), figlio di Arthur, esercita ancora il mestiere tradizionale dei Lochmatter. 

Riferimenti bibliografici

  • Ruppen, Peter Josef; Summermatter, Viktor; Fux, Hermann: Heimatbuch St. Niklaus, 1975 (20052).
Completato dalla redazione
  • Imboden, Christian: Berge. Beruf, Berufung, Schicksal. Die St. Niklauser Bergführer als Wegbereiter des internationalen Alpinismus, 2013.

Suggerimento di citazione

Bernard Truffer: "Lochmatter", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 28.08.2023(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028746/2023-08-28/, consultato il 23.07.2024.