de fr it

Charles-HenriGodet

16.9.1797 Neuchâtel, 16.12.1879 Neuchâtel, rif., di Neuchâtel e Cortaillod. Figlio di Paul-Henri. (1834) Hélène, figlia di Georges Frédéric Gallot, sua cugina. Dopo le scuole a Neuchâtel, studiò filologia classica a Zurigo, insegnando poi greco alla scuola magistrale di Hofwil. Docente privato in Russia, dal 1822 cominciò ad occuparsi intensamente di entomologia e botanica. Effettuò un viaggio di ricerca nel Caucaso (1828) e, mentre era insegnante privato a Parigi (1829), entrò in contatto con Georges Cuvier. Più tardi, soggiornò a Berlino (1832), dove studiò scienze naturali, e visitò la Svezia (1833). Tornato a Neuchâtel (1834), iniziò l'esplorazione della flora regionale e insegnò all'Acc., come successore di Louis Agassiz. Membro del consiglio com. e ispettore scolastico (dal 1837), rinunciò alla carica sotto la nuova Repubblica (1848), guadagnandosi da vivere con lezioni pubbliche e come bibliotecario com. (1859-76). Grazie al trattato Flore du Jura (1853), è considerato uno dei grandi botanici sviz. del XIX sec. In suo onore fu scelto il nome della Godetia Spach e di altre specie di piante e di insetti.

Riferimenti bibliografici

  • Biogr. NE, 3, 135-141
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 16.9.1797 ✝︎ 16.12.1879

Suggerimento di citazione

Lienhard, Luc: "Godet, Charles-Henri", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 28.12.2006(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028835/2006-12-28/, consultato il 08.03.2021.