de fr it

CarlSchröter

Il professore di botanica (a destra) con il suo collega Albert Heim, geologo. Fotografia realizzata da Rudolf Zinggeler, 1920 ca. (Biblioteca nazionale svizzera, Archivio federale dei monumenti storici, Collezione Zinggeler).
Il professore di botanica (a destra) con il suo collega Albert Heim, geologo. Fotografia realizzata da Rudolf Zinggeler, 1920 ca. (Biblioteca nazionale svizzera, Archivio federale dei monumenti storici, Collezione Zinggeler).

19.12.1855 Esslingen am Neckar (D), 17.2.1939 Zurigo, catt. (?), del Württemberg, dal 1868 di Fluntern (oggi com. Zurigo). Figlio di Moritz, professore di ingegneria meccanica al Politecnico fed. di Zurigo, e di Louise Hauer. (1884) Margarete Middelberg, di Amsterdam. Dopo gli studi di scienze naturali al Politecnico fed. di Zurigo (1874) e l'abilitazione (1878), conseguì il dottorato all'Univ. di Zurigo presso Carl Cramer (1880). Fu professore ordinario di botanica speciale al Politecnico fed. di Zurigo (1884-1926). Ricercatore nei campi della paleobotanica, della limnologia e della sistematica morfologica, ebbe un ruolo di pioniere nella geobotanica e con Charles Flahault introdusse il concetto di associazione nella fitosociologia. Nelle sue pubblicazioni si occupò tra l'altro di questioni concernenti l'agricoltura e la selvicoltura (Beiträge zur Kenntnis der Matten und Weiden der Schweiz, 1887, con Friedrich Gottfried Stebler) e della flora alpina (Das Pflanzenleben der Alpen 1908, 19262). Fece parte di numerose soc. scientifiche in Svizzera e all'estero. Pioniere della protezione della natura, dal 1906 fu membro della commissione sviz. per la protezione della natura e fu tra i fondatori del Parco nazionale sviz. Fu insignito di numerosi dottorati h.c.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ETH-BIB
  • E. Rübel, C. Schröter, 1855-1939, 1940
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF