de fr it

JakobSteiner

Ritratto di Jakob Steiner. Litografia di Philipp Hermann Eichens, Parigi 1841 (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv).
Ritratto di Jakob Steiner. Litografia di Philipp Hermann Eichens, Parigi 1841 (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv).

18.3.1796 Utzenstorf, 1.4.1863 Berna, riformato, di Utzenstorf. Figlio di Niklaus, piccolo contadino, e di Anna Barbara Weber. Celibe. Dopo l'istituto di Johann Heinrich Pestalozzi a Yverdon (dal 1814), dove dalla fine del 1816 fu supplente di matematica, dal 1818 al 1821 fu precettore e compì studi a Heidelberg. A Berlino fu supplente al liceo umanistico Friedrichswerder (1821-1822) e in seguito precettore, in particolare presso l'erudito Wilhelm von Humboldt, che lo sostenne, come i matematici August Leopold Crelle e Carl Gustav Jacobi. Sempre a Berlino fu docente ausiliario (1825-1829) e poi titolare (1829-1835) alla scuola d'arti e mestieri nonché professore straordinario all'Università (1834-1863) e membro dell'Accademia delle scienze. Studioso di geometria, era più dotato per l'analisi delle relazioni nello spazio che per il calcolo. Partendo da alcune strutture elementari (serie di punti, fascio di raggi, fascio di piani) e da alcuni principi (proiezione stereografica, inversione, dualità) sviluppò un trattamento sistematico delle curve e superfici di secondo grado. Pubblicò in seguito ricerche sul problema isoperimetrico, sui baricentri di curvatura, sulle superfici parallele, sui corpi convessi, sulla teoria delle curve di terzo e quarto grado e sulle proprietà generali delle curve algebriche. Fu uno dei massimi esponenti della geometria sintetica del XIX secolo (più di 20 concetti matematici portano il suo nome). Membro corrispondente dell'Accademia nazionale dei Lincei (Roma) e dell'Accademia delle scienze di Parigi, venne insignito del dottorato honoris causa dell'Università di Königsberg (1832). Fu il fondatore del premio Steiner dell'Accademia delle scienze di Berlino.

Riferimenti bibliografici

  • Jacob Steiner's Vorlesungen über synthetische Geometrie, a cura di C.F. Geiser, H. Schröter, 2 voll., 1867
  • Jacob Steiner's gesammelte Werke, a cura di K. Weierstrass, 2 voll., 1881-1882
  • Geometrical Constructions with a Ruler, a cura di M.E. Stark, R.C. Archibald, 1950
  • Fondi presso: Burgerbibliothek Bern ed ETH-Bibliothek Zürich
  • J.H. Graf, Der Mathematiker Jakob Steiner von Utzenstorf, 1897 (con elenco delle opere)
  • J. Lange, Jacob Steiners Lebensjahre in Berlin 1821-1863, 1899.
  • Dictionary of Scientific Biography 13, 1976, 12-22
  • V. Blåsjö, «Jakob Steiner's Systematische Entwickelung: The Culmination of Classical Geometry», in Mathematical Intelligencer 31, 2009, n. 1, 21-29
  • E. Neuenschwander, «Steiner, Jakob», in Neue Deutsche Biographie 25, 2013, 184-186
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.3.1796 ✝︎ 1.4.1863

Suggerimento di citazione

Neuenschwander, Erwin: "Steiner, Jakob", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 13.11.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028951/2012-11-13/, consultato il 04.03.2021.