de fr it

Thomas

Fam. vodese, che acquisì la cittadinanza di Bex nel 1458, i cui esponenti furono attivi come guardie forestali, botanici e mercanti di piante a Fenalet e poi a Les Dévens (entrambe frazioni di Bex). Pierre (1708-1781), forestale delle Saline di Bex, collaborò con Albrecht von Haller, quando questi divenne direttore delle Saline. Abraham (1740-1824), figlio di Pierre, dal 1764 collezionò per von Haller piante nelle Alpi vodesi, vallesane, nell'Italia del nord e nella Svizzera orientale. Organizzò un commercio di semi e di piante vive e secche, che raccoglieva nella natura o coltivava nei suoi giardini a Les Dévens, Les Posses e Fratchi. Suo figlio Emmanuel (1788-1859), che effettuò pure diversi viaggi di raccolta, riprese e ampliò il commercio. Quest'ultimo pubblicò quattro cataloghi sulle piante della Svizzera e due complementi, e quattro cataloghi sulle piante della Sardegna di cui suo fratello Pierre-Philippe-Louis (1782-1831), medico a Cagliari, gli inviava regolarmente dei campioni. Il commercio, ripreso da Jean-Louis (1824-1886), venne portato avanti fino al 1900 anche dai suoi discendenti. I T. hanno fornito piante alle principali collezioni scientifiche europee. Abraham ed Emmanuel collaborarono con Jean de Charpentier, direttore delle Saline di Bex, Laurent Joseph Murith, autore di una flora del Vallese, e con Jean Gaudin, ai quali fornirono informazioni e campioni. Nel 1891 in onore dei T. venne creato il giardino alpino Thomasia (a Pont de Nant sopra Les Plans-sur-Bex), che fa parte del Museo e giardino botanico del cant. Vaud.

Riferimenti bibliografici

  • F. Cosandey, «Les naturalistes Thomas et leurs amis», in RHV, 1942, 81-105, 121-150
  • J.-L. Moret, «La Thomasia et la famille Thomas», in La Thomasia, 1991, 11-16
  • J.-L. Moret, «Données floristiques originales et aperçu des activités botaniques de la famille Thomas, de Bex (VD, Suisse), selon une lettre inédite de Jean-Louis Thomas (1877)», in Bulletin du Cercle vaudois de botanique, 40, 2011, 77-86