de fr it

Christine vonWattenwyl

25.11.1888 Uttigen, 25.1.1964 Oberdiessbach, rif., poi salutista, di Berna. Figlia di Rudolf e di Pauline nata W. Celibe. Dopo la scuola ufficiali dell'Esercito della Salvezza a Londra (1912), fu attiva a Parigi (1914-16) e in seguito nei corpi dell'esercito di Le Locle, Orbe e Sainte-Croix. Dal 1921 sviluppò, a partire dal quartiere generale di Berna e sul modello dell'Esercito della Salvezza giapponese, il settore autonomo di assistenza ai prigionieri, che oltre al sostegno spirituale e materiale dei detenuti comprendeva anche l'accompagnamento dopo il rilascio e l'aiuto alle fam. Nota in Svizzera come "l'angelo dei prigionieri", fu la terza Svizzera a essere insignita, a titolo postumo, dell'ordine del fondatore dell'Esercito della Salvezza.

Riferimenti bibliografici

  • R. Chevalley, «C. von Wattenwyl», in Frauen folgen der Fahne, 1972, 204-211
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 25.11.1888 ✝︎ 25.1.1964
Classificazione
Religione (protestantesimo)

Suggerimento di citazione

van Wijnkoop Lüthi, Marc: "Wattenwyl, Christine von", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.12.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/029075/2012-12-21/, consultato il 29.09.2020.