de fr it

Enrico IV

11.11.1050 forse a Goslar (D), 7.8.1106 Liegi, Spira. Figlio dell'imperatore Enrico III. 1) (1066) Berta di Torino, figlia del conte Ottone di Savoia; 2) (1089) Adelaide, probabilmente figlia del granduca di Kiev. Eletto re nel 1053, successe al padre nel 1056, ma rimase sotto la reggenza della madre Agnese fino al 1065; divenne imperatore nel 1084. Inizialmente vide di buon occhio la riforma ecclesiastica, ma in seguito alla lotta per le investiture nel 1075 divenne avversario di papa Gregorio VII, che lo scomunicò nel 1076. Nel 1077, dopo essersi sottomesso al papa a Canossa, ottenne la revoca della scomunica, da cui fu nuovamente colpito nel 1080. E. uscì vincitore dagli scontri per il potere che lo opposero agli anti-re Rodolfo di Svevia ed Ermanno di Lussemburgo, conte di Salm (Sassonia). La lotta per le investiture divise la Svevia e la Borgogna tra sostenitori e avversari di E.: fra i primi figuravano l'abate di San Gallo, i von Lenzburg, i vescovi di Sion, di Losanna e Basilea; fra i secondi l'abbazia di Reichenau, i von Rheinfelden, i von Zähringen, i von Nellenburg, gli Asburgo e i von Kyburg. E. assegnò il ducato di Svevia a Federico di Hohenstaufen (1079), alcuni territori del Paese di Vaud al vescovo di Losanna, la contea nel Buchsgau (1080) e l'abbazia di Pfäfers (1095) al vescovo di Basilea.

Riferimenti bibliografici

  • HbSG, 150-153
  • LexMA, 4, 2041-2043
  • F. W. Bautz, Biographisch-Bibliographisches Kirchenlexikon, 2, 1990, 667-670
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF