de fr it

Federico II

26.12.1194 Jesi (Marche), 13.12.1250 Castel Fiorentino (presso Lucera, Puglia). Figlio dell'imperatore Enrico VI di Hohenstaufen e di Costanza d'Altavilla. Eletto re di Germania nel 1196 e nel 1212, fu incoronato imperatore nel 1220. Sovrano universale, promotore delle scienze e delle arti e importante legislatore (costituzioni di Melfi, 1231; Dieta di Magonza, 1235), dal 1239 fu in costante conflitto con le città lombarde e con il papato. Sul territorio sviz., l'estinzione del casato dei von Zähringen (1218) permise il ritorno all'Impero di molti loro diritti e possedimenti, fra cui le città di Zurigo, Berna, Soletta, Morat e Rheinfelden. Anziché agli ambiziosi von Kyburg, F. assegnò questi beni ad altri casati (ad esempio il baliaggio imperiale di Uri agli Asburgo) oppure garantì l'immediatezza imperiale alle strutture comunitarie, città o comunità di valle che già ne beneficiavano. Con questa politica, rafforzata dalla concessione di privilegi a Uri nel 1231 (attraverso il figlio Enrico) e a Svitto nel 1240, F. riuscì provvisoriamente a evitare che sul versante settentrionale del Gottardo il potere si concentrasse in maniera pericolosa in poche mani. Fino alla sua morte, il partito degli Hohenstaufen (città imperiali, Paesi forestali, conti di Savoia) conservò la supremazia su quello del papato (vescovi, conti d'Asburgo, conti von Kyburg).

Link
Controllo di autorità
GND
VIAF