de fr it

Francillon

La valle del Flon a Losanna nel 1885 (Musée historique de Lausanne).
La valle del Flon a Losanna nel 1885 (Musée historique de Lausanne). […]

Fam. di rifugiati ugonotti proveniente dal Delfinato che diede vita a nuovi rami a Losanna. Nel 1722 François (1702-1743), di Coinsins (1726), aprì a Losanna un negozio di ferramenta grazie al sostegno degli zii Philippe Garcin, Samuel Cellier e Pierre Marcel. Il negozio, uno dei più vecchi commerci della città, vide succedersi sette generazioni di F. L'impresa fu continuata dalla moglie di François, Elisabeth de Candolle, e da suo figlio Jacques François (1731-1777) con il nome di Veuve Francillon & Fils. Pauline Auboin (1748-1814), moglie di Jacques François, diresse l'attività tra il 1777 e il 1789. Nel 1871 i F. rilevarono a Vevey il negozio di ferramenta Colomb, che aveva una clientela che si estendeva fino al Vallese, al Piemonte e all'Alta Savoia, e acquistarono le Forges du Creux a Ballaigues (fabbrica di catene e chioderia), gestite fino al 1936. Dal 1883 la ragione sociale divenne Francillon & Fils con Marc (1811-1888), Gustave (1841-1901) ed Eugène (1851-1918), poi Francillon & Cie nel 1888. Nel 1889 fu avviata la fabbricazione meccanica di tubi per stufe, che impiegava fino a 50 persone. I F. possedevano un deposito alla stazione di Le Flon, poi dal 1898 a Crissier, dove nel 1973 venne realizzata la sede sociale della Francillon & Cie SA, divenuta Debrunner & Francillon SA nel 1976. Edouard (1913-1971) fu l'ultimo F. impiegato nell'azienda fam. Ernest (->), figlio di Marc, fondò la fabbrica Longines. Un secondo ramo, disceso da Louis (->), fratello di François, si distinse nel settore dei drappi e in quello bancario.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ACV
  • M. e F. Francillon, Notice généalogique sur la famille Francillon, 1989
Link
Controllo di autorità
GND