de fr it

JohannesMeiner

28.1.1867 Zittau (Sassonia), 15.6.1941 Zurigo, rif., ted. Figlio di Adolf, fotografo, e di Marie Werner. (1896) Louise Severin, figlia di Karl Heinrich. Compì un apprendistato di fotografo nell'azienda del padre a Zittau (1882-85) e una formazione itinerante in Germania, a Chicago, Ginevra e Losanna (1886-93). Nel 1894 aprì uno studio a Zurigo. Attivo in un primo tempo spec. nel campo della ritrattistica, ottenne ampi consensi con le sue fotografie di bambini. Nel 1916 pubblicò reportage realizzati nei lazzaretti della prima guerra mondiale. Fu il fotografo ufficiale del circ. di lettura di Hottingen e dal 1929 tenne conferenze all'Univ. popolare di Zurigo. Dal 1930 ca. si specializzò nella fotografia architettonica, aziendale e industriale. Le sue fotografie documentano la vita sociale e culturale della borghesia zurighese. Fu insignito di numerosi riconoscimenti: medaglia d'oro del congresso Gevaert (1913), medaglia d'argento all'Esposizione nazionale di Berna (1914), diploma della Soc. di fotografia di Vienna (1934).

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso BAZ (ca. 85'000 negativi)
  • M. Schaub, «Archäologie der Augenblicke», in TA-Magazin, 27.5.1978, 16-21
  • Photographie in der Schweiz, 1992
  • F. F. Vogel (a cura di), J. und Hans Meiner, 2005
Link
Altri link
fotoCH
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 28.1.1867 ✝︎ 15.6.1941

Suggerimento di citazione

Bärtschi-Baumann, Sylvia: "Meiner, Johannes", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.10.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/029469/2008-10-22/, consultato il 24.11.2020.