de fr it

CarlLanglois

20.4.1789 Basilea, 24.11.1870 Burgdorf, rif., dal 1818 di Elsau. Figlio naturale di Louis, tessitore di seta, e di Ursula Küpfer, di Elsau. (1823) Magdalena Elisabeth Forster, di Wipkingen (oggi com. Zurigo). Dopo un apprendistato di compositore presso la ditta Sauerländer ad Aarau (1803-07) e un periodo di garzonato all'estero (1807-09), tornò a lavorare per Sauerländer (1809-17). Nel 1818 soggiornò a Ginevra; in seguito fu nuovamente attivo per Sauerländer, come proto (1819-31). Nel 1831 fu chiamato dai fratelli Schnell ad assumere l'incarico di editore e redattore del foglio liberale Berner Volksfreund di Burgdorf. Dopo la chiusura del giornale nel 1845, dal 1846 stampò la Berner Volkszeitung, di orientamento conservatore, e curò la pubblicazione e redazione dell'Emmenthaler Bote (1847-70). Dal 1837 al 1850 fu il primo editore delle opere di Jeremias Gotthelf (Lo specchio del villano, 1837; Die Wassernoth im Emmenthal am 13. August 1837, 1838; Dursli der Brannteweinsäufer, 1839). Diede inoltre alle stampe la Helvetische Militärzeitschrift (dal 1833), lo Schweizerischer Merkur (1835-36), le Wöchentliche Mitteilungen aus den interessantesten Erscheinungen der Literatur zur Unterhaltung und Belehrung aller Stände (1835-63) e la Schweizerische Bienenzeitung (dal 1860). Aprì una libreria a Burgdorf, tuttora esistente. Nel 1838 fu municipale di Burgdorf. Fu tra i fondatori dell'Ass. sviz. dei librai (1849).

Riferimenti bibliografici

  • M. Widmann, Festschrift der Firma Langlois & Cie., Buchhandlung und Verlag, Burgdorf, 1831-1931, 1931
  • F. Huber-Renfer, Jeremias Gotthelf als Mitarbeiter am "Berner Volksfreund", 1951
  • F. Huber-Renfer, «Jeremias Gotthelf und sein Burgdorfer Verleger C. Langlois», in Stultifera navis, 11, 1954, 123-137
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ≈︎ 20.4.1789 ✝︎ 24.11.1870
Classificazione
Economia e mestieri