de fr it

Laubscher

Fam. di imprenditori di Täuffelen, la cui ditta è attiva nella produzione di componenti per l'industria metallurgica. Samuel (1818-1890), fondatore della ditta, fu lavoratore agricolo nel cant. Neuchâtel; dopo una formazione di orologiaio, aprì un laboratorio per la tornitura di viti per l'orologeria a Malleray (1846). Insieme al socio Rudolf Iseli costruì la sede della ditta a Täuffelen (1851-52); divenuto unico proprietario (1869), progettò e costruì una tornitrice automatica per la produzione di viti (1876). Nel 1883 cedette la Laubscher Frères & Cie ai figli Alfred (1846-1904), Numa (1856-1922), Samuel Eduard (1857-1929) e Adolf (1860-1925) e al genero Johann Jakob L. (1850-1932). Quest'ultimo, amico di Eduard Will, fu un pioniere dello sviluppo industriale del Seeland. Fondatore della centrale elettrica di Hagneck e della ferrovia Bienne-Täuffelen-Ins, divenne membro del consiglio di amministrazione della Cassa di risparmio di Nidau e deputato radicale al Gran Consiglio bernese (1894-1918). Due dei suoi figli lavorarono nella ditta di fam. Otto Robert (1877-1959), direttore commerciale, trasformò l'azienda in una delle principali del settore della tornitura; deputato radicale al Gran Consiglio bernese (1918-22), fu pres. dell'Ass. di fabbricanti di viti e componenti per orologi. Ernst Theodor (1881-1959) emigrò negli Stati Uniti, dove fu prima birraio, produttore di latticini e agricoltore, poi, dopo aver venduto tutto, fondò a New York la soc. distributrice American Laubscher Corporation. Rinominata Laubscher Präzision AG (1995), la ditta fu trasferita nel 2001-02 in un nuovo stabile a Täuffelen, mentre la filiale di Morat (fondata nel 1930) venne chiusa. Nel 2002 l'azienda, gestita dalla sesta generazione della fam., produceva quotidianamente fino a due milioni di pezzi torniti per ca. 160 unità di produzione ed esportava all'estero ca. il 60% dei prodotti.

Riferimenti bibliografici

  • Archivio Laubscher Präzision AG, Täuffelen
  • Nuova biografia svizzera, 1938, 309
  • Biographisches Lexikon verstorbener Schweizer, 2, 1948, 248 sg., 304 sg.; 5, 1961, 407 sg.; 6, 1969, 165
  • 150 Jahre Laubscher 1846-1996, 1996