de fr it

FrédéricSavoye

9.2.1916 Neuchâtel, 2.9.1993 Sion, rif. di Le Locle, Les Planchettes e Saint-Imier. Figlio di Maurice (->). (1955) Olga Rachel Blanchut. Dopo una formazione commerciale, entrò nella Compagnie des montres Longines (1939), di cui divenne direttore commerciale (1962). Lasciò la Longines nel 1972, quando l'azienda venne rilevata dall'ASUAG. Consigliere municipale radicale di Saint-Imier (1962-74), fu pres. dell'Ass. bernese dei fabbricanti di orologi (1968-71) e dell'Ass. per la difesa degli interessi del Giura (1973-81). Cultore d'arte, S. donò un'importante collezione di pendole al Museo dell'orologeria di Le Locle.

Riferimenti bibliografici

  • Les intérêts de nos régions, dicembre 1993
  • L. Marti, «ADIJ 1975-2000», in Actes SJE, 2000, 293-349
  • P.-Y. Donzé, Histoire d'un syndicat patronal horloger, 2006, 98
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 9.2.1916 ✝︎ 2.9.1993
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

Beuchat-Bessire, Anne; Krüttli, Catherine: "Savoye, Frédéric", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.04.2013(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/029800/2013-04-04/, consultato il 10.04.2021.