de fr it

Recesso diBasilea

Arbitrato fra Ginevra e Berna reso il 3.2.1544 da sei magistrati basilesi. Le due città si contendevano i diritti di giurisdizione sulle terre appartenute fino al 1536 al priorato di S. Vittore e al capitolo cattedrale di S. Pietro. L'arbitrato, che precisava quello concluso nel 1541 a Ginevra, dispose che i diritti di alta giustizia (esecuzione delle pene capitali, giurisdizione sui delitti di sangue e di lesa maestà, diritto di grazia, giudizio in ultima istanza delle cause civili) venissero assegnati a Berna, designata quale erede dei diritti del duca di Savoia; Ginevra conservava tutti i diritti rimanenti, tra cui gli introiti di alcune parrocchie. Questo statuto rimase in vigore quando il duca di Savoia rientrò in possesso delle sue terre (1567) e fu confermato con la pace di Saint-Julien (1603); venne abolito con il trattato di Torino (1754).

Riferimenti bibliografici

  • EA, 4 I D, 52-57, 340-342
  • FDS GE, II, 438-460
  • Encycl.GE, 1, 80-84
  • C. Santschi, B. Roth, Les premières frontières de la République, cat. mostra Ginevra, 1993
  • C. Santschi, «Les premières frontières de la République de Genève», in La Revue Savoisienne, 134, 1994, 132-149