de fr it

AdelrichBenziger

5.11.1833 Einsiedeln, 9.10.1896 Einsiedeln, cattolico, di Einsiedeln. Contitolare del Benziger Verlag di Einsiedeln, membro liberale del Gran Consiglio svittese.

Ritratto di Adelrich Benziger. Fotografia di J. Keller, Zurigo, 1860 ca. (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln).
Ritratto di Adelrich Benziger. Fotografia di J. Keller, Zurigo, 1860 ca. (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln).

Figlio di Nikolaus Benziger e di Aloisia nata Benziger, Adelrich Benziger nacque nella famiglia di imprenditori cattolici Benziger. Suo padre fu titolare, insieme a suo zio Karl Benziger, dell'impresa grafica ed editoriale Gebr. Karl & Nicolaus Benziger (Benziger Verlag). Il 17 agosto 1858 Benziger sposò Anna Maria Koch, la figlia di un agricoltore di Boswil e amica d'istituto di sua sorella Ursula. La coppia ebbe sei figli, tra cui Alois Maria ed August Benziger.

Benziger frequentò la scuola elementare a Einsiedeln, le scuole secondarie a Rorschach e Rapperswil (SG), la scuola cantonale cattolica di San Gallo e poi l'istituto privato Devrient a Losanna. Entrato nell'azienda paterna nel 1852, dal 1853 al 1857 soggiornò negli Stati Uniti e a New York creò una filiale della casa madre di Einsiedeln, poi rilevata da suo cugino Joseph Nicholas Adelrich Benziger. Insieme ai due fratelli Nikolaus e Louis Benziger nonché tre cugini, nel 1860 divenne contitolare dell'azienda di famiglia e assunse la direzione del reparto artistico e in parte di quello tecnico.

Adelrich Benziger a cavallo. Fotografia tratta da un album di famiglia, 1870 ca. (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln).
Adelrich Benziger a cavallo. Fotografia tratta da un album di famiglia, 1870 ca. (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln). […]

Nei due decenni successivi Benziger fu il personaggio chiave dell'impresa familiare. Diede avvio a una serie di innovazioni tecniche e aziendali e nel corso di viaggi d'affari allacciò contatti con cerchie imprenditoriali nei centri economici d'Europa. Nel 1869 soggiornò nuovamente negli Stati Uniti per risanare le filiali americane, nel frattempo ampliate. Durante un soggiorno prolungato a Roma, nel 1875 fu insignito del titolo di cavaliere dell'ordine di S. Gregorio da parte di papa Pio IX. Dopo screzi con i suo associati, nel 1880 Benziger uscì dall'azienda e nel 1885 a Einsiedeln fondò un istituto di arte religiosa con annesso commercio di libri e d'arte sotto il nome Adelrich Benziger & Co. La ditta venne poi ripresa dal suo secondo figlio minore, Albert Benziger-Glutz von Blotzheim.

Ritratti di famiglia di Adelrich e Anna Maria Benziger. A sinistra: fotografia tratta da un album di famiglia, 1870 ca. (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln). A destra: fotografia, 1889 ca. (Collezione privata; riproduzione digitale presso Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln).
Ritratti di famiglia di Adelrich e Anna Maria Benziger. A sinistra: fotografia tratta da un album di famiglia, 1870 ca. (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln). A destra: fotografia, 1889 ca. (Collezione privata; riproduzione digitale presso Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln). […]

Benziger fece parte di diverse commissioni d'esperti nel settore della tecnica di riproduzione, ad esempio in occasione dell'Esposizione nazionale a Zurigo (1883) e dell'Esposizione universale a Parigi (1889). All'inizio degli anni 1880 fu cofondatore dell'Eidgenössische Transportversicherungsgesellschaft e di una banca di deposito. Sostenitore di posizioni politiche decisamente liberali, fu fautore di uno Stato federale fortemente centralizzato e della separazione tra Stato e Chiesa secondo il modello statunitense. A Einsiedeln fu giudice del tribunale distrettuale, membro del Consiglio del distretto (dal 1862), sostituto e poi Ammann del distretto (1870). Dal 1863 fino alla morte fece parte del Gran Consiglio svittese, che presiedette nel 1891-1892. Nel 1891 fu tra i promotori della Festa federale a Svitto. Nell'esercito comandò un battaglione. Benziger risiedette nella centrale casa Adler a Einsiedeln e fu proprietario della residenza estiva Gutenberg a Brunnen. Morì il 9 ottobre 1896 a Einsiedeln in seguito a una lunga e complicata malattia dello stomaco.

Adelrich Benziger sul letto di morte. Litografia secondo un disegno di August Benziger, Einsiedeln, 14.9.1896 (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln, Hic. 11.15).
Adelrich Benziger sul letto di morte. Litografia secondo un disegno di August Benziger, Einsiedeln, 14.9.1896 (Archiv Stiftung Kulturerbe Einsiedeln, Hic. 11.15). […]

Riferimenti bibliografici

  • Neue Zürcher Zeitung, 11.10.1896 (necrologio).
  • Einsiedler Anzeiger, 14.10.1896 (necrologio).
  • Benziger, Karl Josef: Geschichte der Familie Benziger von Einsiedeln Schweiz, 1923.
  • Nauer, Heinz: Fromme Industrie. Der Benziger Verlag Einsiedeln 1750-19702017. Online: Zenodo, consultato il 6.12.2019.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 15.11.1833 ✝︎ 9.10.1896

Suggerimento di citazione

Nauer , Heinz: "Benziger, Adelrich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.12.2019(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/030435/2019-12-10/, consultato il 29.10.2020.