de fr it

Friedrich vonMartini

24.3.1833 Herkulesbad (Ungheria, oggi Baile Herculane Romania), 29.1.1897 Frauenfeld, probabilmente catt., poi rif., di origini ungheresi, dal 1869 di Frauenfeld. Figlio di Johann, medico, di Ratisbona, e di Aloysia Troïtsch. (1864) Eleonore Keller, figlia di Gustav Adolf, medico a Frauenfeld. Dopo studi tecnici a Vienna (1850) frequentò il Politecnico di Karlsruhe (1854-57). Fu in seguito attivo presso la fabbrica di macchinari di Karlsruhe (1857) e lo studio di progettazione di macchinari presso la Gebrüder Sulzer a Winterthur (1858-61). Nel 1859 prese parte alla spedizione austriaca contro l'Italia con il grado di tenente dell'esercito imperiale. Impiegato presso la fabbrica di macchinari di Frauenfeld dal 1861, nel 1863 ne divenne comproprietario, rinominandola Martini & Tanner (nel 1879 F. Martini & Co). Nel 1870 cominciò a produrre motori ad acqua e a combustione, ponendo così le basi per la fabbrica di automobili del figlio primogenito Adolf. All'Esposizione nazionale sviz. del 1883 presentò la sua piegatrice doppia per la carta messa a punto nel 1876. All'epoca la sua impresa impiegava 300 dipendenti e aveva depositato 17 brevetti, fra cui quelli di un otturatore per fucili a retrocarica (1868) e di una macchina per il ricamo a uncinetto (1883). M. fece parte del consiglio patriziale di Frauenfeld (1879-95), della commissione di sorveglianza della scuola cant. (1880-88) e del consiglio di amministrazione della Compagnia tramviaria Frauenfeld-Wil (SG, 1886-95). Assurse a notorietà intern. grazie ai suoi fucili (il Martini-Henry, dal 1871 impiegato dall'esercito inglese, e il Martini-Stutzer) ed ebbe successo in ambito professionale con il suo assortimento di viti normate e le macchine per il ricamo.

Riferimenti bibliografici

  • C. Bischof, F. von Martini (1833-1897), 1992
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF