de fr it

CarloPoglia

27.9.1793 Bordeaux, 24.9.1877 Olivone (oggi com. Blenio), catt., di Campo Blenio (oggi com. Blenio). Figlio di Luigi, cartaio, e di Margherita Jenibaud. Rosa Gianella. Dopo gli studi di diritto in Francia e soggiorni a Trieste e Nizza, fece ritorno a Olivone (1815/16). Avvocato, fu uno dei più abili e spregiudicati commercianti di legname ticinesi. Personaggio controverso per la versatilità delle sue convinzioni politiche, fu per il partito liberale deputato al Gran Consiglio ticinese (1827-42; pres. nel 1834, 1837, 1841). Eletto Consigliere di Stato il 19.12.1839, all'indomani della rivoluzione radicale che egli stesso aveva appoggiato, dimissionò dalla carica quattro giorni dopo. Divenuto uno dei capi dei moderati probabilmente per delusione nei confronti della politica radicale, fu condannato a morte dopo il fallito tentativo di controrivoluzione del 1841 e visse in esilio fra Barengo (Piemonte) e la Corsica. Tornato in patria grazie all'amnistia del 1860, fu nuovamente deputato al Gran Consiglio ticinese (1867-77; pres. nel 1871 e 1875). Tenente colonnello (1841).

Riferimenti bibliografici

  • La Libertà, 3.10.1877
  • Voce di Blenio, 1977, n. 9; 2003, n. 11; 2004, n. 1-2
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 27.9.1793 ✝︎ 24.9.1877