de fr it

AmbrogioTenconi

7.12.1825 Menzago (oggi com. Sumirago, Lombardia), 31.5.1904 Airolo, catt., cittadino it. Figlio di Carl'Ambrogio, probabilmente agricoltore, e di Maria Pistoletti. (1855) Angela Tubino. A causa delle ristrettezze economiche, lasciò la Lombardia austriaca per trasferirsi a Genova, dove partecipò alla costruzione della linea ferroviaria Genova-La Spezia. Attirato dai lavori per il traforo del San Gottardo, probabilmente nel 1871 giunse ad Airolo, dove aprì un'officina di fabbro ferraio. Alla sua morte, l'attività fu rilevata dai figli Faustino (1871-1948) e Guglielmo (1880-1951). Dal 1943 gli abiatici Edoardo (1905-1992) e Fausto (1912-1986) la trasformarono in un'impresa industriale. Divenuta Tenconi SA nel 1974, all'inizio del XXI sec. la ditta, attiva nel ramo metallurgico, vendeva i propri prodotti soprattutto in Svizzera, ma anche all'estero.

Riferimenti bibliografici

  • AA. VV., Airolo, 1992, 205-207
  • P. Genasci, «L'industrializzazione in Ticino: la ditta Tenconi di Airolo», in Il Nostro Paese, 49, 1997, n. 236, I-VIII
  • AA. VV., Il Comune di Quinto, 2005, 173-190
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.12.1825 ✝︎ 31.5.1904
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

Camenisch Luisoni, Eva: "Tenconi, Ambrogio", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.02.2012. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/030526/2012-02-29/, consultato il 22.01.2021.