de fr it

Lega degli ufficiali

Nel clima di scoramento suscitato in Svizzera dalla sconfitta della Francia e dall'ambiguo discorso radiofonico del pres. della Conf. Marcel Pilet-Golaz (25.6.1940), i capitani Alfred Ernst, Hans Hausamann e Max Waibel decisero, insieme ad August R. Lindt, di creare una lega segreta di ufficiali per garantire la resistenza a oltranza dell'esercito anche qualora il comando militare e il Consiglio fed. avessero optato per la resa. Nella riunione costitutiva tenutasi a Lucerna il 21.7.1940, venne sottoscritto un manifesto che invitava alla lotta armata incondizionata e al rinnovamento del Paese; alcuni uomini di fiducia presenti in tutti i reparti militari avrebbero dovuto fare pressione in questo senso. Dato che vennero meno alla necessaria segretezza, i membri della Lega degli ufficiali vennero presto arrestati; su richiesta della giustizia militare, i suoi capi subirono però solo una punizione disciplinare, dato che alla base dei piani di insubordinazione vi erano motivi di coscienza degni di considerazione. Il generale Henri Guisan dichiarò che quegli ufficiali erano stati spinti da motivazioni ineccepibili, ma anche che avrebbero dovuto sostenere apertamente le loro ragioni.

Riferimenti bibliografici

  • W. Gautschi, General Henri Guisan, 1989, 235-66