de fr it

MaxBlanchod

12.1.1883 Moudon, 22.5.1959 Pully, rif., di Avenches. Figlio di Jean Fritz Henri, rilegatore, e di Adèle Guillod. Henriette Mathilde Morsetti. Cominciò a lavorare molto giovane nell'atelier del padre a Losanna, al quale succedette nel 1918. Promosse la rilegatura industriale in Svizzera, utilizzando materiale ted. e americano. Nel 1935 vendette l'impresa (divenuta Blanchod SA e rilevata nel 1943 da Mayer & Sutter) e fondò a Ginevra la Reliure SA, ceduta nel 1944 e tuttora in attività. Nel 1918 fu tra i fondatori dell'Ass. delle industrie vodesi. Fu consigliere com. a Pully (1934-37).

Riferimenti bibliografici

  • Le progrès dans la reliure, s.d.
  • Dossier ATS presso ACV
  • S. Corsini (a cura di), Le livre à Lausanne, 1993, 307-310
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 12.1.1883 ✝︎ 22.5.1959
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

Abetel-Béguelin, Fabienne: "Blanchod, Max", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.05.2002(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/030610/2002-05-24/, consultato il 09.05.2021.