de fr it

Affare diWigoltingen

Nel giorno di Pentecoste del 1664, 43 mercenari reclutati a Costanza da Lucerna per la corona spagnola, in marcia verso la valle della Thur sotto il comando del tenente Jakob Wagner, si scontrarono con dei rif. a Lipperswil. Degli ab. di Wigoltingen accorsero in aiuto di questi ultimi e uccisero sei soldati. Il balivo della Turgovia, l'urano Franz Arnold, non riuscì in un primo tempo a condannare i colpevoli, poiché la pop. impedì lo svolgimento del processo. Il conflitto confessionale tra i cinque cant. catt. e Zurigo, che prese la difesa dei rif. turgoviesi, si inasprì. Il 15.9.1664, grazie alla mediazione di Berna, si giunse a una sentenza: due uomini di Wigoltingen vennero condannati a morte, due altri furono banditi e il com. dovette coprire i costi, che ammontavano a 15'000 fiorini.

Riferimenti bibliografici

  • G. Amstein, «Das Urtheil der öffentlichen Meinung über den sogenannten Wigoltingerhandel von 1664», in ThBeitr., 24, 1884, 68-100
  • R. Burgermeister, Der Wigoltingerhandel von 1664, ms., 2006 (presso StATG)