de fr it

JulesFaesch

23.4.1833 Ginevra, 14.3.1895 Mentone (Costa Azzurra), rif., di Ginevra. Figlio di Alphonse François, di Basilea, giudice al tribunale civile di Ginevra, e di Louise Elisabeth Micheli. (1866) Amélie de Senarclens, figlia di Henri. Dopo aver conseguito il diploma di ingegnere alla Ecole centrale des arts et manufactures di Parigi, fu assunto da Weibel & Briquet (precursori degli Ateliers des Charmilles); in seguito divenne socio e capo della ditta Faesch e Piccard (turbine). F. acquisì notorietà grazie a un motore - alimentato con energia primaria ottenuta dall'acqua sotto pressione - che divenne l'elemento principale del sistema idraulico della centrale della Coulouvrenière (1883-86). La "turbina Faesch" (potenza da 50 a 70 cavalli) fu accantonata con l'avvento dell'elettricità. Dal 1862 al 1870 fu membro del legislativo com. di Ginevra. Arruolato nelle truppe del genio, di cui divenne maggiore (1871), partecipò alla costruzione della strada carrozzabile della Furka (1863-66).

Riferimenti bibliografici

  • Livre du Recteur, 3, 263 sg.
  • S. Paquier, Histoire de l'électricité en Suisse, 1998, 398, 512 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 23.4.1833 ✝︎ 14.3.1895

Suggerimento di citazione

Paquier, Serge: "Faesch, Jules", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 27.03.2006(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/031348/2006-03-27/, consultato il 27.11.2020.