de fr it

PaulStroehlin

10.9.1864 Ginevra, 4.3.1908 Les Eaux-Vives (oggi com. Ginevra), di Ginevra. Figlio di Jean-Baptiste, primario di chirurgia dell'ospedale cant., e di Laure Amiel. Nipote di Henri-Frédéric Amiel. (1894) Bertha Putzke. Dopo il liceo a Ginevra, studiò storia e numismatica alle Univ. di Berlino e Lipsia (1882-88). Titolare di rendite e commerciante di monete, dal 1889 alla morte presiedette la Soc. sviz. di numismatica e diresse la rivista (da lui stesso fondata) Schweizerische numismatische Rundschau, a cui diede un impulso decisivo. Espose oltre 9000 monete sviz. all'Esposizione nazionale del 1896 e donò o lasciò in deposito ca. 6000 monete al Gabinetto numismatico di Ginevra. Massone, fondò il Museo della loggia Unione e Lavoro a Ginevra (1897). Pubblicò il Journal des collectionneurs.

Riferimenti bibliografici

  • E. Demole, Notice nécrologique sur P.-Frédéric-Charles Strœhlin, 1908
  • M. Campagnolo, «Les années "genevoises" de la Société suisse de numismatique», in Schweizer Münzblätter, 54, 2004, 96-102
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 10.9.1864 ✝︎ 4.3.1908

Suggerimento di citazione

Campagnolo, Matteo: "Stroehlin, Paul", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.09.2011(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/031443/2011-09-26/, consultato il 24.10.2021.