de fr it

Placidus AndreasPlattner

1.5.1904 Coira, 8.5.1975 Basilea, catt., di Untervaz. Figlio di Hermann Placidus, primario dell'ospedale di S. Croce a Coira, e di Maria Clausen. Abiatico di Placidus (->) e di Felix Clausen. Fratello di Joseph (->), di Felix (->) e di Paul, medico e psichiatra. (1932) Elly Bernhard, giurista, figlia di Carl, libraio. Studiò chimica alle Univ. di Friburgo, Ginevra e Berna (1924-29), conseguendo il dottorato nel 1929 a Berna. In seguito fu chimico ricercatore presso Givaudan a Vernier (1929-37). Insieme ad Alexander Pfau lavorò su sesquiterpeni e azuleni, scoprendo nel 1935 la struttura dell'azulene (un composto ciclico di carbonio isomero del naftalene); più tardi riuscì per la prima volta a sintetizzare degli azuleni. Dal 1937 al 1952 - salvo un breve periodo presso Ciba a Basilea - lavorò al Politecnico fed. di Zurigo, dapprima come collaboratore di Leopold Ruzicka e poi quale libero docente (1941), professore titolare (1942) e straordinario (1945) di chimica organica. Con le sue ricerche influenzò in misura determinante il moderno concetto di aromaticità. Stabilì la cosiddetta regola di P. per l'interpretazione degli spettri di assorbimento degli azuleni. Si occupò inoltre di terpeni, agenti appassenti, ormoni e antibiotici. Nel 1952 divenne membro della direzione di Hoffmann-La Roche a Basilea e responsabile del dip. di ricerca dell'intera azienda, che modernizzò e potenziò. Fu insignito dei dottorati h.c. dell'Univ. di Berna (1965) e del Politecnico fed. di Zurigo (1966).

Riferimenti bibliografici

  • Helvetica Chimica Acta, 60, 1977, 2109-2121
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1.5.1904 ✝︎ 8.5.1975