de fr it

Wilhelm ConradRöntgen

27.3.1845 Lennep presso Remscheid (Vestfalia), 10.2.1923 Monaco di Baviera, evangelico, cittadino ted. Figlio di Friedrich Conrad, fabbricante di tessuti, e di Charlotte Constanze Frowein. (1872) Anna Bertha Ludwig, figlia di Johann Gottfried, oste a Zurigo e maestro di scherma degli studenti. Dopo le scuole ad Apeldoorn (Paesi Bassi, 1851-62) e la scuola tecnica di Utrecht (1862-64; probabilmente espulso per ragioni disciplinari), studiò ingegneria meccanica al Politecnico fed. di Zurigo (1865-68, diploma nel 1868), conseguendo il dottorato in fisica all'Univ. di Zurigo con Gustav Zeuner (1869). Assistente di August Kundt alle Univ. di Würzburg e Strasburgo (1870-75), ottenne l'abilitazione a Strasburgo (1874). Fu professore ordinario all'Acc. di Hohenheim (dal 1875), professore straordinario all'Univ. di Strasburgo (dal 1876) e professore ordinario alle Univ. di Giessen (dal 1879), di Würzburg (dal 1888; rettore 1893-94) e di Monaco di Baviera (1900-20). Si occupò di termodinamica ed elettrodinamica, concentrandosi soprattutto sullo studio delle scariche elettriche in diverse condizioni. Il suo più grande interesse fu la fisica dei cristalli, dal cui lato estetico era affascinato. Nel 1888 scoprì la corrente che porta il suo nome (azione magnetica che discende da un dielettrico polarizzato in moto nel campo di un condensatore) e nel 1895, durante esperimenti con un tubo a raggi catodici, i raggi X, ribattezzati poco dopo raggi R. in area germanofona; ciò gli valse il primo premio Nobel per la fisica (1901). La scoperta acquisì un'enorme importanza e, come poche altre, ancora all'inizio del XXI sec. era strettamente legata a numerosi ambiti delle scienze naturali, della medicina e della tecnica. R., che talvolta si definiva "mezzo sviz.", tra il 1873 e il 1913 trascorse le vacanze estive con la moglie soprattutto a Pontresina e dal 1898 soggiornò ripetutamente anche a Flims, Davos e sulla Rigi-Scheidegg. Alla sua cerchia di amici sviz. appartennero Hermann Hitzig, filologo classico, Rudolf Ulrich Krönlein, chirurgo, Emil Ritzmann, medico, Ernst Wölfflin, oculista, e Ludwig Zehnder, fisico. Ottenne numerose onorificenze e dottorati h.c.

Riferimenti bibliografici

  • Deutsches Röntgen Museum, Remscheid-Lennep
  • O. Glasser, W. C. Röntgen und die Geschichte der Röntgenstrahlen, 1931 (19953)
  • DSB, 11, 529-531
  • W. Beier, W. C. Röntgen, 1985 (19952)
  • AA. VV., Radiologie in der Schweiz, 1989
  • A. Fölsing, W. C. Röntgen, 1995
  • K. Ritzmann, W. C. Röntgen und die Schweiz, 2001 (con elenco delle op.)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 27.3.1845 ✝︎ 10.2.1923