de fr it

WalterWyssling

12.1.1862 Zurigo, 22.2.1945 Wädenswil, di Stäfa e dal 1905 di Zurigo. Figlio di Johann Kaspar, insegnante di scuola secondaria e dal 1861 economo del penitenziario di Zurigo, e di Sophie Rebmann. (1888) Luise Witt, figlia di Georg Heinrich, oste. Dopo la scuola reale superiore a Zurigo e un apprendistato di fabbro, frequentò un corso preparatorio al Politecnico fed. di Zurigo, dove si formò come docente di matematica e fisica (1880-84) e fu assistente di meccanica tecnica di Albin Herzog (1884). Ingegnere presso la Zürcher Telephongesellschaft (1884-88) e ingegnere capo del reparto elettrico presso la SLM di Winterthur (1888-91), fu direttore dei lavori risp. direttore dell'azienda elettrica della città di Zurigo (EWZ, 1891-93). Progettò e realizzò l'azienda elettrica sulla Sihl a Wädenswil (dal 1892), di cui fu direttore (fino al 1908). Fu poi cofondatore e direttore tecnico (1908-13) dell'azienda elettrica del cant. Zurigo (EKZ) e direttore dei lavori dell'azienda elettrica di Eglisau (1913-20). Fu libero docente (1891-95) e professore ordinario di elettrotecnica applicata al Politecnico fed. di Zurigo (1895-1927, rettore nel 1919-23). Perito e pubblicista molto attivo, si impegnò per l'unificazione di tutti i settori dell'industria elettrica e influenzò in modo determinante il rafforzamento dell'approvvigionamento elettrico sviz. e della legislazione in materia. Collaborò regolarmente con la commissione fed. per le questioni elettrotecniche. Fu pres. dell'Ass. sviz. degli elettrotecnici (ASE, 1892-93 e 1896-1909), segr. generale della commissione sviz. di studio sulla trazione elettrica dei treni (1903-12), membro del Comitato elettrotecnico sviz. (dal 1911) e segr. generale dell'ASE e dell'Unione delle centrali sviz. di elettricità (1913-20). Fece parte del consiglio di amministrazione (vicepres. nel 1926-39) dell'EKZ, della centrale elettrica Ryburg-Schwörstadt, delle Forze motrici della Svizzera nordorientale e della Aluminium Industrie AG a Neuhausen. Le Univ. di Zurigo (1901) e Losanna (1937) gli conferirono il dottorato h.c. Colonnello.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ETH-BIB
  • R. Epprecht, Prof. Dr. h.c. W. Wyssling Zürich 1862-1945, 1944 (con elenco delle op.)
  • H. R. Schmid, «Prof. W. Wyssling, 1862-1945», in Schweizer Pioniere der Wirtschaft und Technik, 8, 1958, 9-32
  • D. Gugerli, Redeströme, 1996
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF