de fr it

vonPfullendorf

Fam. dell'alta nobiltà, denominata anche von Stoffeln o von Ramsberg, discendente dagli Udalrichinger e menz. dalla metà dell'XI sec. L'ascesa del casato ebbe inizio nel XII sec. con il suo ultimo esponente maschile, il conte Rudolf (1181). Alle antiche residenze nell'Hegau e Linzgau (a nord del lago di Costanza) si aggiunsero la signoria di Bregenz e Lindau, ereditata dai conti von Bregenz, e l'avogadria sul capitolo cattedrale di Coira. Nel 1163 ca. il conte Rudolf acquistò la fortezza di Rheineck e la tenuta di Rheingemünd (Altenrhein) e ricevette in feudo la vicina tenuta di Thal (SG). Nel 1166 divenne avogadro dell'abbazia di San Gallo. Fece parte del seguito di Federico Barbarossa e dopo la morte del figlio (1167) non lasciò i suoi possedimenti, strategicamente importanti, alla figlia Ita, ma all'imperatore. Nel 1180 partì per Gerusalemme.

Riferimenti bibliografici

  • H. Büttner, «Staufer und Welfen im politischen Kräftespiel zwischen Bodensee und Iller während des 12. Jahrhunderts», in Zeitschrift für Württembergische Landesgeschichte, 20, 1961, 17-73
  • J. L. Muraro, Untersuchungen zur Geschichte der Freiherren von Vaz, 1972
  • LexMA, 6, 2050 sg.
  • R. Jehl (a cura di), Welf VI, 1995, 46-49, 51, 55, 78
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF