de fr it

vonHeiligenberg

Gli H. compaiono nell' XI sec. come balivi del convento vescovile di Petershausen, in seguito anche quali balivi del capitolo cattedrale e della città di Costanza (l'ultima volta nel 1213). La fortezza di H., che diede il nome ai conti e, più tardi, alla contea, è situata al centro della vecchia contea di Linzgau (a nord del lago di Costanza), nell'omonimo com. Dal 1135 sono menz. nelle fonti come conti del Linzgau; nel 1169, e di nuovo dal 1272, furono anche langravi. La tomba di fam. si trovava nel monastero cistercense di Salem, a cui gli H. donarono numerosi terreni e nel XIII sec. vendettero buona parte dei loro beni. Attorno al 1164 cedettero la fortezza di Rheineck, che avevano ricevuto in feudo dal vescovo di Costanza, a Rudolf von Pfullendorf; nel 1256 vendettero due mulini a Oberwinterthur, anch'essi feudi vescovili, alle suore del convento di Töss. Il conte Berthold (->), vescovo di Coira (1290/91-98) e ultimo rappresentante del suo casato, vendette nel 1277 il castello e la contea a suo zio, il conte Hugo I von Werdenberg-H.

Riferimenti bibliografici

  • Fürstenbergisches Urkundenbuch, 5, presso Bodenseebibliothek, Friedrichshafen
  • C. B. A. Fickler, Heiligenberg in Schwaben, 1853
  • G. Götz, Niedere Gerichtsherrschaft und Grafengewalt im badischen Linzgau während des ausgehenden Mittelalters, 1913
  • I. J. Miscoll-Reckert, Kloster Petershausen als bischöflich-konstanzisches Eigenkloster, 1973