de fr it

BertaRahm

Ritratto di Berta Rahm. Fotografia, 1959 ca. (Fondazione Gosteli, Worblaufen, Biografisches Dossier Nr. 5002).
Ritratto di Berta Rahm. Fotografia, 1959 ca. (Fondazione Gosteli, Worblaufen, Biografisches Dossier Nr. 5002).

4.10.1910 San Gallo, 10.10.1998 Neunkirch, riformata, di Hallau. Figlia di Wilhelm, commerciante, e di Hermine Meyer. Nubile. Dopo il diploma in architettura al Politecnico federale di Zurigo (1934), dove fu allieva di Otto Rudolf Salvisberg, compì viaggi di studio nei Paesi Bassi e in Scandinavia. Lavorò ad Hallau, Flims (presso Rudolf Olgiati) e a Zurigo, dove aprì un proprio studio di architettura nel 1940. Influenzata dall'architettura scandinava, realizzò case di vacanza (Hohfluh, Hasliberg, 1940) e familiari, padiglioni espositivi (Saffa, 1958) nonché una fattoria modello ad Hallau (1951). Membra della Società svizzera degli ingegneri e degli architetti, dell'Unione internazionale delle donne architetto e dell'Alleanza delle società femminili svizzere, nel 1966 abbandonò la professione per fondare la casa editrice ALA Verlag, specializzata nella ristampa e nella diffusione di opere femministe.

Riferimenti bibliografici

  • Schweizerisches Sozialarchiv, Zurigo
  • I. Rucki, D. Huber (a cura di), Architektenlexikon der Schweiz 19./20. Jahrhundert, 1998, 432
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Evelyne Lang Jakob: "Rahm, Berta", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 07.06.2024(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/031802/2024-06-07/, consultato il 14.07.2024.