de fr it

NadezdaSuslova

Pagina del titolo della sua tesi di dottorato, pubblicata nel 1867 a Zurigo (Zentralbibliothek Zürich).
Pagina del titolo della sua tesi di dottorato, pubblicata nel 1867 a Zurigo (Zentralbibliothek Zürich). […]

1.9.1843 Parino (governatorato di Nižnij Novgorod, Russia), 20.4.1918 presso Alušta (Crimea), cittadina russa. Figlia di un ex servo della gleba. 1) (1868) Friedrich Erismann (divorzio nel 1883); 2) Aleksandr Jefimovič Golubev. Dopo il diploma di precettrice (1859), fu uditrice all'Acc. di chirurgia e medicina di San Pietroburgo (1861-64). Quando quest'ultima vietò l'ammissione delle donne, proseguì gli studi in medicina all'Univ. di Zurigo, dove conseguì il dottorato quale prima donna in Svizzera (1867). Prima donna russa con un dottorato in medicina, superò gli esami di Stato in Russia (1868) e aprì uno studio ginecologico a San Pietroburgo, poi a Nižnij Novgorod (1880 ca.). Nel 1892 si trasferì in Crimea. Pioniera della formazione acc. femminile, divenne un modello per diverse Russe che fino alla prima guerra mondiale studiarono in Svizzera.

Riferimenti bibliografici

  • F. Rogger, M. Bankowski, Ganz Europa blickt auf uns!, 2010
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1.9.1843 ✝︎ 20.4.1918

Suggerimento di citazione

Riggenbach, Heinrich: "Suslova, Nadezda", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.12.2013(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/031805/2013-12-03/, consultato il 27.07.2021.