de fr it

BertaHohermuth

12.8.1903 Teufen (AR), 11.1.1977 San Gallo, quacchera, di Riedt (oggi com. Erlen). Figlia di Jakob, apicoltore, e di Berta Fässler. Nubile. Dopo la scuola di commercio di San Gallo, frequentò la scuola sociale femminile di Zurigo (1927-28). Fu collaboratrice presso il servizio sociale per minorenni della città di Zurigo. Lavorò presso il centro dei quaccheri di Vienna (1939) e per il Servizio sociale di aiuto agli emigranti a Marsiglia (1940-41), diresse il Servizio sociale intern. a Ginevra (1941-47) e la sezione dell'emigrazione individuale dell'Org. intern. dei rifugiati a Francoforte sul Meno (1947-50), di cui fu inoltre consulente in Austria e nella zona britannica della Germania occupata. Nel 1945 fu tra le organizzatrici della conferenza sui rifugiati di Montreux. Responsabile della sezione dell'emigrazione dell'Aiuto sviz. all'Europa, si occupò dell'insediamento di 2500 rifugiati svevi del Danubio in Brasile (1950-52). Diresse la sezione rifugiati del Concilio mondiale delle Chiese in Austria (1953-56), il Concilio mondiale delle Chiese a Istanbul (1956) e il servizio di consulenza e di assistenza sociale per le donne e le fam. della città di San Gallo (1958-69). Nello stesso tempo fu pres. della Pro Juventute di San Gallo e segr. della Centrale delle ass. femminili di San Gallo (pres. 1960-72). Fu tra le promotrici della scuola di lavoro sociale della Svizzera orientale a San Gallo, aperta nel 1964 (pres. della commissione scolastica 1968-74).

Riferimenti bibliografici

  • 50 Jahre Frauenzentrale St. Gallen, 1914-1964, 1964
  • Fondazione Gosteli, Worblaufen
  • Schweizer Frauenblatt, 27.9.1963
  • Zur Erinnerung an B. Hohermuth 1903-1977, 1977
  • S. Bose, Donauschwaben in Brasilien, mem. lic. Berna, 1994
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF