de fr it

HermannEscher

27.8.1857 Breitenwang (Tirolo), 3.4.1938 Zurigo, rif., di Zurigo. Figlio di Hans Caspar, proprietario di una fabbrica, e di Rosina Züblin. Studiò storia, storia dell'arte e filologia classica a Strasburgo e Zurigo (1876-81), dove conseguì anche il dottorato (1882). Fu collaboratore (dal 1881) e primo bibliotecario (1887) della Biblioteca cittadina di Zurigo. E. introdusse il catalogo alfabetico per soggetti e fondò il catalogo centrale delle biblioteche zurighesi. Si adoperò per la fusione tra la Biblioteca cant. e quella cittadina sfociata nella creazione della Biblioteca centrale di Zurigo, di cui fu il primo direttore dal 1916 al 1932, anno del suo pensionamento. Nel 1897 fu uno dei membri fondatori dell'Ass. dei bibliotecari sviz. (dal 1992 Ass. delle biblioteche e dei bibliotecari sviz.). Dopo viaggi di studio negli Stati Uniti e in Inghilterra, nel 1920 partecipò alla fondazione della Biblioteca per tutti (oggi Bibliomedia Svizzera). Fu membro onorario di diverse ass. europee di biblioteche. Nel 1932 l'Univ. di Zurigo gli conferì il dottorato h.c. in teol. E. si distinse per le sue vaste conoscenze e per talento organizzativo, coraggio innovativo, abilità negoziale e capacità d'imporsi. Fu il più stimato bibliotecario sviz. del suo tempo.

Riferimenti bibliografici

  • Ausgewählte bibliothekswissenschaftliche Aufsätze, 1937
  • AFam presso ZBZ
  • Festgabe für Dr. H. Escher zum 70. Geburtstage, 1927
  • R. Barth, Bibliotheken, Bibliothekarinnen und Bibliothekare in der Schweiz, 1997, 151-153
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Hermann Escher vom Glas
Dati biografici ∗︎ 27.8.1857 ✝︎ 3.4.1938

Suggerimento di citazione

Germann, Martin: "Escher, Hermann", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.11.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/032266/2004-11-04/, consultato il 31.10.2020.