de fr it

JacquesMirabaud

25.6.1784 Ginevra, 17.12.1864 Ginevra, rif., di Ginevra. Figlio di Jacques, mercante e droghiere, e di Charlotte Lombard. (1812) Marie Georgine Amédée Amat, figlia di Charles, possidente, di Ginevra. Dopo la morte del padre (1793), abbandonò la scuola per lavorare per il servizio postale e quale commesso in una ditta di derrate coloniali. In seguito si trasferì a Milano, dove fu commesso e poi socio della banca Labaume & Cie. Nel 1814 fondò un proprio ist., che divenne uno dei più attivi della città. Negoziò prestiti per il regno di Sardegna (1821) e il ducato di Parma (1823 e 1827) e si occupò della liquidazione del Monte Napoleone, una sorta di banca di Stato del Regno d'Italia. Nel 1833 si ritirò dagli affari e tornò a Ginevra. Fu deputato al Consiglio rappresentativo (1833-42) e cofondatore della Caisse des familles (1839). Sostenne la classe di belle arti della Soc. delle arti.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso AEG
  • P. Mirabaud, Histoire généalogique des Mirabaud d'Aiguesvives, 1894
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 25.6.1784 ✝︎ 17.12.1864
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

de Senarclens, Jean: "Mirabaud, Jacques", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 19.01.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/032468/2010-01-19/, consultato il 27.11.2020.