de fr it

DettighofenD

Com. del Baden-Württemberg, circ. di Waldshut, che dal 1974 comprende le frazioni di D. (ca. 580 ab. nel 1990), Berwangen e Baltersweil. Villaggio compatto a carattere rurale, D. è situato nelle vicinanze di Wil (ZH), nella cosiddetta punta di Jestetten, a ridosso del confine. Con ogni probabilità, già in tempi remoti i conventi di Sankt Blasien e di Rheinau vi possedevano delle terre, attestate a partire dal XIV sec. Anche cittadini di Sciaffusa avevano beni a D. (donazione di Eberhard Brümsi nel 1377). In quanto parte del langraviato del Klettgau, sotto i conti von Sulz D. fu coinvolto nella contesa territoriale sorta fra la nobiltà dell'Austria anteriore e le città di Zurigo e Sciaffusa. Con il patto di comborghesia stipulato nel 1479 fra i conti von Sulz e Zurigo, D. passò sotto la protezione zurighese. Nel 1480 la bassa giustizia era detenuta da Martin Keller, cittadino di Sciaffusa, che nel 1485 la vendette ai conti von Sulz, suggellando la permanenza di D. nel langraviato del Klettgau. Insieme a quest'ultimo, nel 1806, D. fu incorporato al nuovo granducato del Baden. Al congresso di Vienna (1814-15) la Svizzera si adoperò invano per inglobare la regione di Jestetten (con D.) entro i propri confini. Dal 1840 al 1935 D. fece parte della zona franca di Jestetten, che dopo la seconda guerra mondiale non fu più ripristinata, nonostante le sollecitazioni dei com. interessati.

Riferimenti bibliografici

  • K. Weber, Dettighofen, 1939
  • Das Land Baden-Württemberg, 6, 1982, 982 sg.
  • H. Matt-Willmatt, Dettighofen (Baltersweil, Berwangen), 1992
Link
Controllo di autorità
GND