de fr it

AugustKurer

Fotografia applicata su disegno, pubblicata dopo la morte di Kurer sulla rivista La Patrie suisse, 1927, n. 877 (Bibliothèque de Genève, Archives A. & G. Zimmermann).
Fotografia applicata su disegno, pubblicata dopo la morte di Kurer sulla rivista La Patrie suisse, 1927, n. 877 (Bibliothèque de Genève, Archives A. & G. Zimmermann).

20.12.1873 Oberbüren (SG), 22.1.1927 San Remo, catt., di Berneck. Figlio di Johann Jakob, insegnante. (1901) Maria Sara Klingler, figlia di Franz, proprietario di un mulino, di Gossau (SG). Avvocato a Gossau e a San Gallo, dal 1911 al 1923 visse a Olten. Segr. dell'Unione delle arti e mestieri del cant. Soletta, nel 1912 fu segr. dell'Unione sviz. degli speziali e della Federazione sviz. delle ass. di sconto. Dal 1912 al 1923 fu deputato catt. conservatore al Gran Consiglio solettese. Fondatore e direttore (dal 1916) dell'Ass. sviz. delle classi medie commercianti, fu membro del Consiglio di banca della Banca cant. solettese (1915-26), cofondatore (1916) e membro del consiglio di amministrazione (1921-27) della casa editrice Otto Walter, e direttore della Centrale fed. dei grassi (1918-19). Consigliere nazionale (1917-19 e 1922-25), fece parte del comitato direttivo dell'Unione cristiano-sociale dei lavoratori sviz. e del comitato centrale dell'Unione popolare catt. sviz. Nel 1920 divenne direttore della Soc. sviz. degli albergatori e si trasferì quindi a Basilea (1923), dove fu membro del Gran Consiglio (1923-27). Politico avveduto della classe media, la sua attività fu ispirata a valori cristiano-sociali.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 425
  • P. Walliser, Der Kampf um demokratische Rechte im Kanton Solothurn, 1986
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 20.12.1873 ✝︎ 22.1.1927