de fr it

FelixMeyer

1.2.1653 Winterthur, 11.6.1713 nel castello di Widen (com. Ossingen), rif., di Winterthur. Figlio di Hans Heinrich, pastore rif., e di Elsbeth Troll. (1675) Sarah Bidermann. Dopo prime lezioni di pittura a Winterthur (1666/67), compì un apprendistato a Norimberga (1668-73) presso Melchior Balthasar Krieger e Johann Franz Ermels, entrando in contatto con Willem van Bemmel, Johann Oswald Harms e Johann Heinrich Roos. Nel 1673 viaggiò in Italia. A Winterthur fu maestro di Jakob Sulzer (1678-81). Nel 1696 tornò a Norimberga, dove conobbe Georg Philipp Rugendas. Fu il più importante pittore paesaggista zurighese della fine dell'epoca barocca e il principale divulgatore della pittura dei romanisti fiamminghi in Svizzera. Membro del Gran Consiglio di Winterthur (1697), fu amministratore del castello di Widen dal 1709 alla morte. Nel 1688 comandò un reparto nel corpo ufficiali di Winterthur.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso BCit Winterthur
  • DBAS, 720 sg.
  • Schöne Aussichten!, cat. mostra Zurigo, 2002
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1.2.1653 ✝︎ 11.6.1713

Suggerimento di citazione

Tomaschett, Michael: "Meyer, Felix", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.11.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/034903/2008-11-11/, consultato il 25.02.2021.