de fr it

HeinzMarti

7.5.1934 Berna, senza confessione, di Aarwangen. Figlio di Felix Ernst, meccanico di precisione. 1) (1957) Magdalena Indermühle; 2) (1988) Carolyn Margret Hopkins. Ha studiato viola e teoria musicale a Berna e composizione con Sándor Veress e Klaus Huber, come pure a Darmstadt e al Centro di ricerche sonore della Radio della Svizzera romanda di Ginevra. È stato musicista d'orchestra, da ultimo nell'orchestra dell'Opera di Zurigo. Il suo primo periodo creativo come compositore è stato marcato da tecniche di composizione avanguardistiche, da esperimenti sonori al confine tra rumore e suono e dalla musica elettronica. Più tardi è stato anche autore di brani musicali di più facile accesso, in parte anche per non specialisti (per esempio la Muotathaler Nachtmusik per fisarmonica di Svitto e orchestra d'archi). Gli sono state commissionate diverse composizioni, in particolare dal Festival di Montreux e dalla Soc. della Tonhalle di Zurigo. Nel 1987 ha ricevuto il contributo di promozione per compositori della città di Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • Compositori svizzeri del nostro tempo, 19933
  • The New Grove Dictionary of Music and Musicians, 15, 20012, 904
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.5.1934

Suggerimento di citazione

Puskás, Regula: "Marti, Heinz", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 27.10.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/034973/2009-10-27/, consultato il 27.11.2020.