de fr it

Hubert deCastella

27.3.1825 Neuchâtel, 30.10.1907 Melbourne, catt., di Neirivue. Figlio di Jean-François, medico. Alice Pitt Jenkins, di Sidney. Studiò architettura a Neuchâtel e Parigi. Emigrò in Francia (1848) e Australia (1854), dove seguì il fratello Paul, ottenendo la cittadinanza di entrambi i Paesi. Nella propria tenuta di Saint Hubert nella Yarra Valley, a est di Melbourne, coltivò 130 ettari di vite ricavandone un vino apprezzato in Europa. Fallì invece il progetto di produrre il formaggio gruyère. Quale pittore e scultore partecipò alle prime mostre d'arte organizzate in Australia e fu membro fondatore della Royal Society of Arts di Melbourne. Rientrato per alcuni anni in Svizzera, fu pres. della sezione friburghese della Soc. degli artisti e degli scultori sviz. (1888). Si dedicò inoltre alla scrittura, pubblicando, fra gli altri, Les squatters australiens (1861) e Notes d'un vigneron australien (1882). Nel 1890 gli fu conferita la Legion d'onore.

Riferimenti bibliografici

  • H. de Castella, Australian Squatters, trad., intr. e note di C. B. Thornton-Smith, 1987
  • S. Wegmann, The Swiss in Australia, 1989
  • Bénézit, Dictionnaire critique et documentaire des peintres, sculpteurs, dessinateurs et graveurs, 3, 19994, 343
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 27.3.1825 ✝︎ 30.10.1907
Classificazione
Economia e mestieri